Home Blog-articoli Pietre dure per Collane, bracciali e orecchini

Pietre dure per Collane, bracciali e orecchini

da K.A.
Tempo di lettura: 4 minuti

Pietre dure – Turchese e altre pietre dure

Le pietre dure, siano esse preziose o semi-preziose, sono la base per la realizzazione dei bijoux. Il livello di “preziosità”, influisce ovviamente sul valore intrinseco del bijou, e sapere quale è la differenza tra pietre dure preziose e semi-preziose è importante perché ci aiuta a scegliere con maggior consapevolezza. Tra le pietre dure semipreziose, ovviamente c’è la Turchese, che con le sue caratteristiche compone splendidi bijoux in pietre dure come collane, bracciali e orecchini.

Le pietre dure

Le pietre dure sono delle pietre caratterizzate da una certa durezza (nel senso di resistenza), tale da poter essere lavorate in vari modi al fine di renderle idonee per la composizione di monili, bijoux e gioielli.

Nel passato erano identificate come pietre dure quelle pietre naturali che potevano essere tagliate e composte per realizzare prevalentemente immagini. Un tipico esempio di pietre dure utilizzate nel passato sono i marmi.

Inoltre, è importante anche ricordare che sin dall’antichità alle pietre dure sono state attribuite proprietà benefiche e anche la capacità di influenzare l’umore. La cristalloterapia ha poi nel tempo ribadito questo concetto.

Pietre dure preziose e semipreziose

Con il termine pietre dure si identificano quelle pietre dure composte da minerali diversi, a cui si è attribuito un valore economico in relazione a diversi parametri, come ad esempio la lucentezza, il colore, la durezza, brillantezza, etc. Queste caratteristiche attribuiscono quindi un valore alle singole pietre dure nella scala di valore.

Questa scala di valore, stabilita sui parametri oggettivi, consente di suddividere le pietre dure in due grandi categorie: le pietre dure preziose e le pietre dure semipreziose.

Relativamente alla durezza, questa viene valutata attraverso la scala Mohs.  La durezza della Turchese, ad esempio è tra 5 e 6 nella scala 1-10 Mohs.

Pietre Dure Lapislazzuli

Pietre Dure – Foto tratta da pixabay.com – libera per usi commerciali – Autore Esther Merbt

Pietre dure preziose

Le pietre preziose, che altro  non sono che pietre dure naturali, mantengono il loro valore economico nel tempo. Classici esempi di pietre dure preziosi sono: il diamante, Il rubino, lo zaffiro, lo smeraldo, etc.

Pietre dure semipreziose

Le pietre dure semipreziose invece, sono anch’esse pietre dure naturali a cui è attribuito un valore economico minore rispetto ad una pietra preziosa. Ne sono esempio: la Turchese, l’Ametista, il Granato, l’Acquamarina, etc.

Pietre dure semipreziose per bijoux

Un bijou, sia esso una collana, un bracciale o un paio di orecchini, può essere realizzato con diverse pietre dure, ma ovviamente per ragioni di costo si preferisce utilizzare principalmente pietre dure semi-preziose come la Turchese, i Lapislazzuli, l’Ametista, etc.

Difficilmente vengono usate pietre dure non semipreziose, ne tantomeno false pietre dure realizzate artificialmente, in quanto il bijou con questo tipo di materiali non durerebbe nel tempo.

La Turchese

In base al nome “Turchese”, nel passato questa pietra dura veniva indicata come “pietra della Turchia”, ma in realtà proveniva dalla Persia, area questa ricca di filoni de la Turchese.  La Turchia era solo il tramite (via commerciale), per il quale questa pietra dura arrivava in Europa.

La Turchese, è una delle pietre dure più utilizzate per i bijoux di un certo livello. Sebbene non sia una pietra rara, è molto difficile trovarne di ottima qualità, da cui il prezzo è abbastanza elevato rispetto ad altre pietre dure utilizzate per collane, bracciali e altri bijoux.

Inoltre, la pietra naturale della Turchese, subisce delle lavorazioni con lo scopo di migliorarne le caratteristiche, come ad esempio la lucentezza e la resistenza a sostanze come acqua, alcol, etc.

Pietre Dure Turchese Naturale

Pietre Dure – Turchese Naturale – Foto tratta da pixabay.com – libera per usi commerciali – Autore pasja1000

Bijoux Turchese

Nel passato, la Turchese è stata molto utilizzata per confezionare monili, ed adornare abiti, armi e gioielli,  e questa “consuetudine” è giunta fino ai giorni nostri, facendo si che la Turchese sia la pietra regina per i bijoux.

Infatti, grazie al suo unico colore, alle sue venature, alla possibilità di unirla all’argento per farne risaltare il colore, la Turchese, consente ad ogni artista di creare combinazioni ed effetti unici per caratterizzare bijoux da sogno.

L’unione poi della Turchese con altre pietre dure come l’Ametista, o i Lapislazzuli, permette di realizzare bijoux in pietre dure non solo belli ma anche di valore. Così come l’unione della Turchese con perle o pietre di Corallo rosso materializza in bracciali o collane, effetti cromatici che richiamano il mare ed i suoi abitanti.

Per concludere qualsiasi bijoux “La turchese” siano collane, bracciali e orecchini realizzati con pietre dure Turchese non sono altro che dei piccoli ornamenti da indossare ogni giorni per coccolarsi e dirsi: “I love me too!” (Anch’io mi amo!). ( “I love me too!” © copyright La Turchese – Tutti i diritti riservati)

bracciali-pietre-dure-turchese-diaspro-zoom

Bracciale Sea & Sand – Collezione seasons – La Turchese

 

collana-turchese-pendente

Collana Turchese con pendente – Beauty! – La Turchese

 

 

Orecchini Turchese Riso Zoom

Orecchini Turchese – Rice! – La Turchese

 

 


Nota relative alle immagini: Le immagini utilizzate nel post sono tratte da pixabay.com, libere per usi commerciali e senza richiesta di attribuzione; tuttavia ne viene citato l’autore. Le immagini relative alle collezioni presentate nel post sono di proprietà de “La Turchese”. L’immagine in evidenza è realizzata da La Turchese.

Torna su

0 commento
0

Altri Posts

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.